Aumento del tempo pieno, l'annuncio dei 5Stelle: "Miglioreremo le situazioni critiche"

Aumento del tempo pieno, l'annuncio dei 5Stelle: "Miglioreremo le situazioni critiche"

Aumento del tempo pieno. “Con il parere espresso ieri dalla Conferenza Unificata sul decreto che ripartisce i posti per l’aumento del tempo pieno nelle scuole primarie, prevediamo il ricorso al criterio perequativo e non demografico. Basato cioè sulla popolazione studentesca, per dare attuazione alla misura che abbiamo introdotto in legge di Bilancio.   L’aumento dell’organico,…

Autonomia differenziata. De Luca: "Ne discutiamo solo se chiariscono quante risorse andranno al Sud"

Autonomia differenziata. De Luca: "Ne discutiamo solo se chiariscono quante risorse andranno al Sud"

Nel dibattito sull’autonomia differenziata “noi siamo stati chiari: no alla frantumazione del sistema sanitario nazionale, no alla regionalizzazione del sistema scolastico, poi discutiamo di tutto a condizione che si dica esattamente quante sono le risorse che arrivano al sud”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca commentando l’accelerazione annunciata oggi dal…

Autonomia: allontaniamo le regioni e la scuola va indietro. Il contrario del principio generale della democrazia

Autonomia: allontaniamo le regioni e la scuola va indietro. Il contrario del principio generale della democrazia

Autonomia scolastica. Riceviamo e pubblichiamo il contributo del prof. Lorenzo Picunio Veneto e Lombardia hanno chiesto che siano loro – le regioni – a gestire la scuola, all’interno di un pacchetto più ampio di autonomie, riferite a tutta una serie di materie. Niente più – sembra di capire – contratti nazionali, reclutamento su base nazionale,…

Scuola, l'Invalsi certifica l'esistenza di due Italie: il divario tra Nord e Sud

Scuola, l'Invalsi certifica l'esistenza di due Italie: il divario tra Nord e Sud

Scuola, l’Invalsi certifica l’esistenza di due Italie. Al Sud le scuole secondarie di primo grado eccellenti sono appena l’1%, mentre gli istituti che non riescono ad incidere sul rendimento degli studenti sono oltre il 10%. Nel Centro Nord, partendo da Firenze, la differenza e’ molto meno accentuata Stesso copione negli istituti secondari di secondo grado.…