Cassazione: niente panino da casa nelle mense scolastiche. La sentenza

Cassazione: niente panino da casa nelle mense scolastiche. La sentenza

La Cassazione dice no al panino da casa nelle mense scolastiche. I giudici della Suprema Corte con una sentenza depositata oggi sottolineano che “un diritto soggettivo perfetto e incondizionato all’autorefezione individuale, nell’orario della mensa e nei locali scolastici, non è configurabile e, quindi, non può costituire oggetto di accertamento da parte del giudice ordinario, in favore…

Mobilità: illegittimo non riconoscere il punteggio del servizio nelle paritarie, LA SENTENZA
,

Mobilità: illegittimo non riconoscere il punteggio del servizio nelle paritarie, LA SENTENZA

L’Anief travolge ancora una volta il Ministero dell’Istruzione in tribunale e ottiene un nuovo riconoscimento del servizio svolto nelle scuole paritarie ai fini dell’attribuzione del punteggio nelle operazioni di mobilità. Gli avvocati Fabio Ganci, Walter Miceli e Giuseppe Micali continuano a ottenere ragione in favore dei nostri iscritti con una sentenza impeccabile emanata dal Tribunale…

Stop alle supplenze, la sentenza della Cassazione che punisce l'abuso di contratti a termine

Stop alle supplenze, la sentenza della Cassazione che punisce l'abuso di contratti a termine

Stop alle supplenze. Abuso di contratti a termine. Scatta il risarcimento e l’anzianità per le supplenze che superano il limite di 36 mensilità, in base al numero dei contratti illegittimi stipulati. Nonché il diritto a percepire le differenze retributive legate all’anzianità. A dirlo è la è l’ordinanza 26353 della Cassazione. Secondo quanto riporta IlSole24Ore, protagonista…

Cassazione: "Telefonare al prof è turbamento della tranquillità". Studente multato per 10mila euro. La sentenza

Cassazione: "Telefonare al prof è turbamento della tranquillità". Studente multato per 10mila euro. La sentenza

Telefonare alla prof per darle volutamente fastidio può costare tanto, circa 10mila euro di danni. E’ quanto ha stabilito la cassazione con la sentenza n. 11211/2017 che ha condannato al pagamento della maximulta uno studente di ragioneria che ha tormentato una docente di matematica con telefonate anche notturne arrecandole “un grave turbamento alla tranquillità, al riposo…