Scuola, Ribolzi (Anvur): "In 20 anni dieci ministri e troppe riforme incompiute"

Scuola, Ribolzi (Anvur): "In 20 anni dieci ministri e troppe riforme incompiute"

“In vent’anni abbiamo avuto dieci ministri e una serie di riforme quasi tutte incompiute, e svuotate dei contenuti innovativi per la sorda o esplicita resistenza del sistema, e se dovessi indicare al ministro tre “parole chiave”, indicherei sistema, valutazione e autonomia”. A parlare è Luisa Ribolzi dell’Anvur, in un editoriale per la sezione del Sole24Ore dedicata alla scuola.

Ribolzi: troppe riforme e pochi risultati

Commentando le primissime dichiarazioni e uscite del neo-ministro della pubblica istruzione Lorenzo Fioramonti, Ribolzi denuncia chiaramente. “Mi trovo in difficoltà: la quasi totalità dei problemi sono rimasti irrisolti, e quindi dovrei ripetere un elenco stucchevole”.

“Scuole, formazione professionale, istruzione di terzo livello  – prosegue Ribolzi – costituiscono un sistema strettamente interconnesso, e ogni intervento settoriale comporta una serie di ricadute che dovrebbero essere tenute presenti”.

Il caso dei DS

Ad esempio “il concorso per dirigenti – chiarisce – bandito nel 2017 e concluso nei giorni scorsi (e già questo suggerirebbe una profonda revisione dei meccanismi di reclutamento) prevede l’immissione in ruolo di 1.984 dirigenti”.  Tuttavia “circa la metà sono stati assegnati a una sede diversa da quella della residenza e, poiché non si è modificata la retribuzione, è più che comprensibile che molti cercheranno di rientrare e non esclusivamente per motivi affettivi”.

Continua a leggere QUI

Leggi altre notizie su Scuola e Docenti e attiva le notifiche per restare sempre aggiornato.
Qui la pagina Facebook