Scuola, mancano i decreti attuativi. A rischio le correzioni su sostegno

Scuola, mancano i decreti attuativi. A rischio le correzioni su sostegno

Scuola, mancano i decreti attuativi. A rischio le correzioni su sostegno. “Le disposizioni di modifica del decreto legislativo n. 66/2017, già approvate dal Governo gialloverde, rischiano di non entrare in vigore a causa della mancata approvazione dei decreti attuativi. In caso di crisi dell’Esecutivo, potrebbero non vedere mai la luce.

Lo ha rimarcato anche il sottosegretario all’Istruzione Salvatore Giuliano, ricordando che mancano le misure di accompagnamento, cioè la formazione del personale scolastico e l’esonero della docenza per circa 450 insegnanti, attraverso il quale far avviare i gruppi territoriali per l’inclusione che avrebbero dovuto supportare le scuole a elaborare il piano di inclusione degli alunni”. Così l’Anief in una nota.

ANIEF: LE OSSERVAZIONI DI GIULIANO SONO GIUSTE

Secondo Anief, “le osservazioni del sottosegretario Giuliano sono pertinenti, perché in effetti senza i decreti di attuazione, le correzioni alla riforma prevista dalla legge 107/2015 non potranno essere adottate. Tuttavia, sono anche altre le disposizioni a rischio, come le nuove assegnazioni delle ore settimanali e la formazione delle commissioni mediche. Ma, soprattutto, rimane il rammarico per l’ennesima occasione mancata per andare a fare ordine in un sistema che regola la permanenza a scuola di 300mila alunni disabili e oltre 150mila docenti di sostegno”.

“La probabile crisi di Governo – aggiunge la nota – porterà alla mancata pubblicazione dei provvedimenti attuativi di diverse disposizioni di legge approvate negli ultimi mesi, nonostante siano già state pubblicati sulla Gazzetta ufficiale: tra queste, cè anche il testo correttivo al decreto 66/2017 sull’inclusione scolastica approvato a luglio in via definitiva dal Consiglio dei ministri”.

Leggi altre notizie su Scuola e Docenti e attiva le notifiche per restare sempre aggiornato.
Qui la pagina Facebook