Enzo Miccio: "Sapere come vestirsi per andare a scuola fa parte dell’educazione"

Enzo Miccio: "Sapere come vestirsi per andare a scuola fa parte dell’educazione"

Enzo Miccio sul grembiule a scuola dice no. “Dobbiamo ancora mortificare la personalità di un bambino e omologare la sua creatività coprendo tutto con un grembiule?”. E’ quanto ha dichiarato in un’intervista a Leggo.

Educazione nel vestire, parola di Enzo Miccio

“Mia nonna – ha aggiunto – diceva che il tronco si piega quando è acerbo. Da piccoli si impara l’educazione. E, per me, sapere come bisogna vestirsi per andare a scuola fa parte dell’educazione di un ragazzo”.

E sui bambini che non possono permettersi abiti alla moda, ha detto: “I bambini a scuola devono andare puliti, in ordine e profumati. L’educazione nel vestirsi non vuol dire indossare abiti costosi e all’ultimo grido”.

 

Un messaggio importante quello del famoso wedding e event creator partenopeo. Proprio in questi ultimi mesi di scuola, infatti, sempre più studenti arrivano in classe fin troppo scoperti. Gambe e ombelichi in bella mostra non fanno piacere ai docenti. Alcuni dirigenti scolastici, infatti, sono soliti emanare circolari per ricordare che la scuola non è una spiaggia e dunque sarebbe bene seguire proprio il consiglio di Miccio. Educazione nel vestirsi, essere semplicemente in ordine anche se fa troppo caldo. Sì quindi a t-shirt a mezza manica, gonne sotto il ginocchio, ma niente mini per le ragazze o short per i ragazzi.

 

Leggi altre notizie su Scuola e Docenti e attiva le notifiche per restare sempre aggiornato.
Qui la pagina Facebook