,

Ecosistema Scuola 2018, la scuola non è uguale per tutti

Ecosistema Scuola 2018, la scuola non è uguale per tutti

Ecosistema Scuola 2018, la scuola non è uguale per tutti

Ecosistema Scuola 2018  è l’indagine annuale di Legambiente sullo stato dei servizi educativi e del patrimonio edilizio scolastico. Il rapporto è stato presentato in questi giorni a Napoli nel corso del Forum Scuola.

Si evidenzia sempre più, anno dopo anno, una maggiore differenziazione territoriale. Più trasporti, tempo pieno, mense e progetti educativi per chi va a scuola nelle regioni del nord. Mentre al sud a due studenti su quattro mancano i servizi essenziali. Anche gli edifici scolastici al Nord e al centro sono mediamente più controllati, sicuri e con una maggiore manutenzione.

In cima alla classifica Bolzano e Trento che si sono distinte per un mix di programmazione, di investimenti costanti e di innovazione che è mancato soprattutto alle regioni del sud Italia e delle isole. Una situazione preoccupante per la sicurezza, perché ai minori controlli corrisponde una maggiore esposizione ai rischi sismici. Al sud tre scuole su quattro sono in area a rischio sismico, con una regione come la Sicilia che vede interessate quasi il 98,4% delle scuole.

Per sanare questa situazione e garantire lo stesso grado di sicurezza a tutti gli alunni, occorre conoscere lo stato degli edifici scolastici situati nelle aree a rischio sismico. Così da effettuare una programmazione prioritaria d’intervento per la messa in sicurezza delle scuole maggiormente esposte.

La scuola non è uguale per tutti

Francesca Ferro, direttrice di Legambiente Campania sottolinea che “Sebbene in Campania oltre la metà degli edifici scolastici hanno goduto di manutenzione straordinaria restano tantissimi gli edifici, più del 64%,che necessitano di interventi urgenti. Esigenze che nascono presumibilmente dal fatto che le spesa sia per la manutenzione straordinaria che ordinaria sono di molto al di sotto delle medie nazionali.